NOTAIO
LINARES
Studio Notarile in Milano
Home » Servizi » Eredità e Successioni

Il notaio assiste il cliente nella predisposizione del testamento, aiutandolo nell'individuazione degli istituti giuridici opportuni per il passaggio generazionale del proprio patrimonio.
Assiste altresì gli eredi per la pubblicazione del testamento, la presentazione della dichiarazione di successione e la presentazione delle volture catastali, eseguendo i calcoli delle imposte di successione.

 

1) TESTAMENTO
  • Olografo: è il testamento scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore. La legge prevede che chiunque sia in possesso di un testamento olografo deve presentarlo a un Notaio per la pubblicazione, appena ha notizia della morte del testatore.
  • Pubblico: è il testamento ricevuto dal Notaio in presenza di due testimoni.
2) RINUNCIA ALL'EREDITÁ
  • La rinuncia all'eredità deve farsi con dichiarazione ricevuta dal Notaio (o dal cancelliere del tribunale del circondario in cui si è aperta la successione) e inserita nel registro delle successioni.
    Chi si trova nel possesso di beni ereditari e vuole rinunciare all'eredità, può farlo entro 3 mesi dall'apertura della successione.
3) ATTO NOTORIO
  • L'atto notorio è il documento formato dal Notaio concernente la dichiarazione giurata - resa da due (o più) persone in sua presenza - che determinati fatti, produttivi di effetti giuridici estranei alla sfera di interessi degli attestanti, sono di pubblico dominio.
    Fra i casi più frequenti di ricorso all'atto di notorietà va annoverato proprio l'utilizzo a fini successori, allo scopo ad esempio di apprendere il modo di devoluzione dell'eredità, di accertare la presenza di legittimari, i gradi di parentela fra i superstiti ed il defunto, le chiamate per rappresentazione, il possesso dei beni ereditari, l'ultimo testamento redatto, far risultare se gli eredi siano maggiorenni o minorenni, interdetti o inabilitati. Si tratta, in particolare, di una documentazione spesso richiesta dalle banche o dai depositari in genere per poter rilasciare le attività loro affidate, in caso di morte del titolare delle cassette di sicurezza o dei depositi.
4) DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE
  • La dichiarazione di successione è una dichiarazione di natura fiscale, da presentare entro un anno dalla data di apertura della successione (data del decesso), per il pagamento delle imposte da parte dei soggetti obbligati al pagamento delle stesse.
    In presenza di testamento occorrerà eseguire la pubblicazione e/o la registrazione dello stesso con le modalità previste dalla legge per il testamento olografo, pubblico o segreto.
    Successivamente, bisognerà procedere con la redazione e presentazione della dichiarazione di successione.
    Nel caso di successione legittima occorrerà procedere alla formazione dell'albero genealogico per la definizione dei gradi di parentela per l'individuazione dell'aliquota applicabile e presentare la dichiarazione di successione.
    In presenza di minori o incapaci occorrerà ricorrere al giudice tutelare per ottenere l'autorizzazione ad accettare l'eredità con beneficio d'inventario, redigere l'inventario, presentare la dichiarazione di successione e, infine, reinvestire o volturare a favore del minore i beni derivanti dalla successione.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER IL TRASFERIMENTO DI PROPRIETÀ DI BENI IMMOBILI

 

A) Sempre
  1. Certificato di morte
  2. Documenti di identità in corso di validità e codice fiscale del defunto e degli eredi
B) Ove vi sia un testamento
  1. Testamento in originale
  2. Se olografo: pubblicazione del testamento
    Se pubblico: contattare il Notaio rogante per la registrazione
  3. Estratto per sunto dell'atto di morte
C) ACCETTAZIONE DELL'EREDITÁ
  1. Accettazione pura e semplice
  2. Accettazione con beneficio d'inventario (obbligatoria in caso di soggetti minori, interdetti, minori emancipati, inabilitati, nonché in caso di eredità devolute a persone giuridiche, associazioni, fondazioni ed enti non riconosciuti)
D) RINUNCIA ALL'EREDITÁ
  1. Chi si trova nel possesso di beni ereditari e vuole rinunciare all'eredità, può farlo entro 3 mesi dall'apertura della successione
E) IMMOBILI
  1. Vedi DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER IL TRASFERIMENTO DI PROPIETÁ DI BENI IMMOBILI
F) BANCHE
  1. Rapporti bancari: certificazione bancaria dalla quale risultino, ove esistenti, il saldo del conto corrente bancario, i titoli in deposito, cassette di sicurezza, eventuali passività (mutui, saldo passivo di conto corrente, ecc.), alla data dell'apertura della successione
G) AZIENDE
  1. Il valore complessivo, alla data di apertura della successione, dei beni e dei diritti che compongono l'azienda.
H) SOCETÁ
  1. Ultimo bilancio o ultimo inventario
I) PASSIVITA'
  1. Fatture o documentazione per spese funerarie, mediche ed altre passività N.B. La deducibilità delle passività è ammissibile soltanto qualora sia dovuta l'imposta di successione, in considerazione dei conguagli applicabili.